Privacy Policy “salva la vita al nonno con un massaggio cardiaco ”

salva la vita al nonno con un massaggio cardiaco

Andrea Di Mauro a sedici anni , salva la vita al nonno con un massaggio cardiaco , il nonno era in arresto respiratorio e cardio circolatorio.

“Senza il suo intervento, il nonno non sarebbe ancora vivo”.

“Avevo imparato a fare il massaggio in un corso che ho frequentato a scuola”, commenta Andrea.

Andrea ha sedici anni.

Li ha compiuti da poco e il regalo più bello che ha potuto ricevere per il suo compleanno è stato il sorriso di suo nonno che lui, solo alcuni giorni prima, è riuscito a salvare da un arresto cardio respiratorio con un massaggio cardiaco effettuato perfettamente.

“Quando siamo arrivati noi”, spiega Flavia Lo Verde, medico della squadra di emergenza del 118,

“abbiamo trovato Andrea che stava praticando al nonno in arresto cardiaco un massaggio di alta qualità.

E’ stato veramente bravo, senza il suo intervento il nonno non ce l’avrebbe fatta e molto probabilmente non sarebbe ancora vivo”.

Adesso, per fortuna, Andrea e il nonno Nuccio sorridono e si tengono ancora per mano anche se in una letto di una stanza di ospedale.

A raccontare quegli attimi drammatici e l’intraprendenza di Andrea è stata la mamma Oriana Gazzè che ha inviato una lettera di ringraziamento alla preside dell’Istituto dove Andrea, da studente, aveva frequentato un corso di primo soccorso ed imparato a praticare il massaggio cardiaco.

Racconta Oriana: “Domenica mattina abbiamo ricevuto la telefonata disperata di mia madre che in maniera convulsa chiedeva aiuto perché mio padre aveva avuto un arresto respiratorio e cardio circolatorio.

Siamo andati immediatamente con Andrea a casa dei miei genitori ed abbiamo trovato mio padre svenuto in bagno, con gli occhi aperti nel vuoto.

Mentre un vicino di casa chiamava il 118, noi eravamo in preda al panico e non riuscivamo a reagire.

Andrea, alla vista del nonno in quelle condizioni, con calma lo ha disteso e mettendo tutta l’energia che poteva per dieci lunghissimi minuti ha praticato il massaggio cardiaco mentre tutti noi non riuscivamo a fare altro che urlare e piangere”.

“Andrea ha salvato suo nonno” racconta ancora Flavia Lo Verde.

“Lui è stato il primo anello della catena della sopravvivenza:

se non ci fosse stato il suo intervento non sarebbe stato utile il nostro secondo intervento di soccorso avanzato.

Senza il suo intervento, se il nonno si fosse comunque salvato, avremmo avuto una persona con danni neurologici importanti”.

“Ho semplicemente fatto quello che ho sentito di fare in quei momenti”,

spiega Andrea, un ragazzo aperto e abbastanza maturo per la sua età.

“Avevo fatto un anno fa un corso sulla rianimazione e sul primo soccorso e, vedendo che a casa di mio nonno erano tutti in uno stato di panico, ho cercato di prendere in mano la situazione.

Ho immediatamente ricordato le parole del professore della scuola che mi aveva fatto il corso, l’impostazione e dove bisognava mettere le mani, e sono riuscito ad eseguire il massaggio cardiaco.

E’ difficile rendermi conto di aver salvato mio nonno.

In quei momenti ho avuto tanti pensieri tra cui quello di poter creare ancora più problemi ma, comunque, ho deciso di farlo perché non mi sarei potuto mai rassegnare alla sua mancanza”.

Quel professore del suo liceo che gli aveva spiegato come comportarsi è Salvo Andolina, docente di educazione fisica:

“Ho spiegato agli studenti delle mie classi le tecniche di primo soccorso mirati sia alle manovre di disostruzione sia anche al massaggio cardiaco.

L’obiettivo è stato di far comprendere ai ragazzi che in quegli attimi non bisogna mai scoraggiarsi ed agire con consapevolezza e calma.

Ricordo bene Andrea e i suoi compagni che seguirono il corso con particolare attenzione”.

Andrea è l’esempio di quanto siano importanti questi corsi e quanto si debba continuare ad investire nella formazione al primo soccorso.

La dottoressa Flavia Lo Verde lo coinvolgerà per le prossime iniziative dell’ASP di Siracusa come testimone di come ognuno di noi possa essere utile e riuscire a donare anche la vita.

Ma intanto, ciò che è importante, il nonno Nuccio ed il nipote Andrea continuano ad abbracciarsi e a sorridere insieme.

salva la vita al nonno con un massaggio cardiaco , articolo su :

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=3459:un-sedicenne-siracusano-salva-la-vita-al-nonno-con-un-massaggio-cardiaco-imparato-in-un-corso-a-scuola&catid=15:attualita&Itemid=139

Per informazioni su corsi :

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d’informativa sulla privacy *